Cronaca Italia

Bologna, bomba da rimuovere: il 7 maggio 1700 evacuati MAPPA

Bologna, bomba da rimuovere: il 7 maggio 1700 evacuati MAPPA

L’area della danger zone attorno a via La Bastia a Bologna

BOLOGNA – Un ordigno bellico della Seconda guerra mondiale è stato individuato all’interno di un cantiere edile in via La Bastia, a Bologna, durante i lavori di realizzazione della bretella di Rastignano.

L’ordigno (250 libbre, ancora potenzialmente efficiente) sarà rimosso domenica 7 maggio, giornata nella quale 860 famiglie, per un totale di quasi 1700 persone, dovranno lasciare temporaneamente le loro case entro le 8 del mattino. Dalla stessa ora sarà vietata anche la circolazione veicolare e pedonale nella zona interessata compresi mezzi pubblici, taxi e altri.

San raffaele

La zona interessata comprende le vie: Ardigò, La Bastia, vicolo del Bosco, Bosi, Buvalelli, Campanella, Canonici, Franchetti, Di Jola, Marenzio, Monte Donato, Della Palma, Pavese, Da Anzola, Del Pozzo, Rosmini, San Ruffillo, Telesio, Toscana. I numeri civici interessati sono indicati nell’ordinanza. L’attività di bonifica coinvolgerà anche il territorio del Comune di San Lazzaro di Savena e in parte la viabilità del Comune di Pianoro.

Per i cittadini residenti nella zona sarà allestito un punto di accoglienza accessibile dalle 8, fino a cessate esigenze, presso Villa Mazzacorati, in via Toscana 19, dove saranno ospitati anche gli animali domestici. È inoltre prevista l’attivazione di un presidio sanitario per persone che necessitano di particolare assistenza presso il Centro Servizi Giovanni XXIII, in viale Roma, 21.

In questi giorni personale in divisa della Polizia Municipale – reparto Savena – si sta recando presso ogni abitazione della zona interessata per consegnare documentazione e compilare una scheda di rilevazione delle esigenze.

To Top