Blitz quotidiano
powered by aruba

Bologna, cade da finestra: “Mi hanno buttato”. E’ in coma

Attilio M., 33 anni, è caduto da una finestra ed è rimasto ferito a Bologna. Il giovane è in coma farmacologico ed è ricoverato all'ospedale Maggiore

BOLOGNA – Attilio M. è caduto da una finestra del secondo piano di un palazzo in via Pratello, a Bologna. L’uomo, 33 anni e origini campane, ha detto ai suoi soccorritori: “Mi hanno buttato giù”. Solo poche parole prima di perdere i sensi e ora Attilio è ricoverato in coma farmacologico all’ospedale Maggiore di Bologna.

Non è ancora chiaro però se la versione dei soccorritori sia attendibile e gli inquirenti indagano per capire se l’uomo si sia gettato o sia stato buttato giù dalla finestra.

Gli inquirenti stanno cercando una donna che avrebbe riferito agli agenti della Polizia municipale, i primi ad intervenire, che l’uomo le avrebbe detto: “Mi hanno buttato giù”. La donna, forse nella concitazione del momento, non è stata identificata. Il ferito all’inizio era cosciente, poi quando è stato portato all’ospedale le condizioni si sono aggravate ed è stato sedato e ricoverato in Rianimazione.

Proprio gli agenti della municipale sono stati sentiti dal Pm in mattinata per ricostruire l’accaduto. Sono stati loro a sentire grida e rumori provenire dall’appartamento dove vive il ferito, all’angolo tra via del Pratello e via Pietralata. Quando sono saliti e si sono fatti aprire, sono uscite tre persone, due italiani e uno straniero, riferendo che l’uomo si era appena buttato.

I vigili allora sono tornati in strada e hanno trovato il giovane sul selciato. L’appartamento era a soqquadro, con mobili rotti, coltelli in giro e il segno di un recente uso di cocaina. I tre all’interno, a quanto pare un coinquilino del ferito e due ospiti, hanno sostenuto che il il giovane avrebbe fatto tutto da solo, ‘dando di matto’ e poi gettandosi dalla finestra della propria camera da letto.