Blitz quotidiano
powered by aruba

Bologna, ragazza chiama polizia: “Segregata, picchiata e…”

BOLOGNA – Sarebbe stata segregata per ore in uno stanzino, picchiata e anche violentata: è il racconto fatto da un’ucraina di 23 anni alla Polizia, nella notte del 16 aprile. La giovane ha dato l’allarme e una volante l’ha raggiunta in autostazione.

Ha detto, riporta il Corriere di Bologna, di essere fuggita da uno stanzino del parcheggio Giuriolo, in periferia, dove l’uomo l’aveva tenuta rinchiusa. Si tratta di un amico, un tunisino che aveva già importunato in passato la ragazza. L’uomo viene ricercato. La ragazza aveva sul viso e sulle gambe segni di percosse.


TAG: