Cronaca Italia

Bologna, trovata morta in casa dopo un mese. Aveva detto che andava in vacanza, ma si è tolta la vita

Bologna, trovata morta in casa dopo un mese. Aveva detto che andava in vacanza, ma si è tolta la vita

Bologna, trovata morta in casa dopo un mese. Aveva detto che andava in vacanza, ma si è tolta la vita

BOLOGNA – Dice a tutti che parte per una vacanza, ma si chiude in casa e si uccide. Il suo corpo, però, viene scoperto dai vicini solo un mese dopo. E’ finita così la vita di una psicologa di 65 anni di Bologna. 

Poco prima del week end di Pasqua aveva detto ai suoi vicini di casa e conoscenti che sarebbe partita per una vacanza. Aveva distrutto tutte le cartelle cliniche dei pazienti, due sacchi neri di documenti. Poi si era chiusa in casa, e mentre tutti pensavano che fosse a divertirsi in qualche posto lontano lei ha prima ucciso il suo cane, Bella, un esemplare da caccia trovato in un canile, e poi si è ammazzata.

Il suo cadavere è stato trovato nel suo appartamento di via Altabella un mese dopo il decesso, alcuni giorni fa. A dare l’allarme era stata una amica della donna, titolare di un negozio della zona, preoccupata perché l’amica solitamente si faceva sempre sentire, anche quando partiva. “Ho cominciato a preoccuparmi all’inizio di maggio quando ho visto che non rispondeva ai miei sms – ha raccontato al Resto del Carlino la negoziante – Tutte le mattine facevamo colazione insieme e quando andava via ci sentivamo sempre”.

Ma ad indirizzare i sospetti verso l’appartamento sono stati i vicini della psicologa, insospettiti da uno strano odore che proveniva dall’appartamento.

Nonostante la dinamica di quanto accaduto sia ben delineata, il pubblico ministero ha comunque dovuto disporre l’autopsia sul corpo della donna.

 

To Top