Cronaca Italia

Botti Capodanno: roulette russa ultima follia tra i giovani

Botti Capodanno: roulette russa ultima follia tra i giovani

Botti Capodanno: roulette russa ultima follia tra i giovani (foto d’archivio Ansa)

ROMA – Passarsi i botti di mano in mano finché non esplodono in mano a qualcuno. Questa folle moda in stile roulette russa sembra prendere piede tra i giovani di oggi. Ne parla il Corriere Adriatico, in un articolo in cui si parla dei divieti di “sparo” ad Ancona e nelle Marche la notte di San Silvestro.

Intanto il Moige (associazione dei genitori) chiede: “Ogni anno i nostri figli sono le vittime innocenti dei botti di San Silvestro; pertanto, chiediamo con forza a tutti i genitori, familiari e parenti di tenere lontani i bambini da ogni tipo di petardo, fuochi d’artificio e armi da fuoco. Prestiamo loro la massima attenzione e non permettiamo che, attratti dalla curiosità, possano far esplodere dei petardi, anche piccoli, o raccolgano oggetti inesplosi e apparentemente inoffensivi”.

L’associazione chiede che per la sicurezza dei minori, oltre che per non alimentare un sistema di illegalità sempre diffuso, non si ricorra mai all’utilizzo di prodotti esplosivi illegali e invita ad acquistarli da rivenditori muniti di licenza di pubblica sicurezza. Il Moige si appella inoltre agli esercenti, affinchè non vendano prodotti pirotecnici ai minori.

“Solo con la massima responsabilità, attenzione e collaborazione di tutti possiamo fermare il consueto bollettino di guerra di Capodanno, con i nostri figli vittime inconsapevoli di incidenti mortali o nei quali riportano lesioni permanenti che pregiudicano una vita sana e felice. Ricordiamo a tutti che il modo migliore per proteggere i nostri figli è evitare assolutamente i botti di fine anno” afferma Maria Rita Munizzi, presidente nazionale dell’associazione.

To Top