Blitz quotidiano
powered by aruba

Brescia, con Hiv pretendeva rapporti non protetti: arrestato

"Diceva di essere sano, di non avere alcuna malattia - è stato il racconto di diversi dei ragazzi rintracciati - era disposto a pagare di più per fare sesso senza alcuna protezione". E i ragazzini gli hanno creduto. Ora sono in attesa dei risultati degli esami

BRESCIA – Investigando nel mondo della prostituzione minorile, un gruppo di investigatori del Bresciano si è imbattuto in un uomo di 55 anni con l’Hiv che si è fatto untore per vendetta. Pur sapendo di avere il virus, infatti, Claudio Tonoli, questo il nome dell’uomo, pretendeva di avere rapporti non protetti per vendicarsi di chi lo aveva infettato.

Giovanissimi – sono bresciani tra i 15 e i 24 anni – i ragazzi che lo hanno avuto come cliente e che ora dovranno sottoporsi alle analisi. Il 55enne, come riporta Il Corriere della Sera, era stato infettato tempo fa durante un rapporto occasionale e ora cercava di vendicarsi contagiando altre persone. Tramite annunci in chat erotiche trovava i suoi partner, per lo più minorenni. Ogni prestazione andava dai 20 ai 50 euro.

“Diceva di essere sano, di non avere alcuna malattia – è stato il racconto di diversi dei ragazzi rintracciati – era disposto a pagare di più per fare senza alcuna protezione”. E i ragazzini gli hanno creduto. Ora sono in attesa dei risultati degli esami. Ci vorrà del tempo per essere sicuri di avere scampato il pericolo, oppure per qualcuno di loro inizierà un vero e proprio calvario, fra esami di laboratorio e visite mediche. Altri ragazzi devono ancora essere rintracciati , la rubrica del cellulare del 55enne deve ancora essere analizzata nel dettaglio, tutti i contatti valutati. Gli inquirenti vogliono trovare tutti i ragazzi che hanno fatto con l’untore.

 


TAG: ,

PER SAPERNE DI PIU'