Blitz quotidiano
powered by aruba

Bruno Poeti spara e ferisce ladro: scarcerato

L'uomo, un ex poliziotto di 64 anni, era stato arrestato per aver sparato ad un ladro sorpreso in un suo terreno a Marina di Grosseto

GROSSETO – Bruno Poeti, l’ex poliziotto di 64 anni finito in carcere per aver sparato ad un ladro entrato nei suoi terreni a Marina di Grosseto (Grosseto), è stato scarcerato. Il giudice per le indagini preliminari ha riconosciuto che non c’è pericolo di fuga. 

Secondo il gip, infatti, “la condotta inappropriata tenuta al momento del fatto può essere indice di una persona non idonea all’uso delle armi ma non denota alcuna volontà di sottrarsi alle proprie responsabilità”.

Poeti è tornato nella sua casa al Querciolo, nella campagna tra Grosseto e Marina, dove vive con la compagna romena. Proprio per questa sera nella zona in cui è accaduto il fatto, costato all’uomo l’accusa di tentato omicidio, è in programma una manifestazione organizzata dal comitato di sicurezza che è nato qualche mese fa a Grosseto per combattere i furti. Tre avvocati grossetani hanno annunciato di voler dare a Poeti il gratuito patrocinio nel processo.

Il fatto risale alla notte tra domenica e lunedì, quando Poeti, avendo sentito degli strani rumori da fuoci, si è affacciato alla finestra e ha visto quattro persone che, entrate nel suo terreno, stavano portando via la sua auto. A quel punto ha preso la pistola, regolarmente detenuta, e ha sparato alcuni colpi ferendo uno dei ladri. Per quel fatto è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio. Oggi la scarcerazione.