Blitz quotidiano
powered by aruba

Bussolengo, 3 profughi morti: sotto accusa creme sbiancanti

VERONA – Hanno utilizzato creme sbiancanti dagli ingredienti sconosciuti. Proprio queste creme utilizzate per schiarire la pelle potrebbero essere la causa delle morti di tre profughi a Bussolengo, in provincia di Verona. I tre migranti, che erano ospitati all’ex el Rizzi di Bussolengo, sono morti negli ultimi due mesi in apparenza per cause naturali, ma la Procura indaga sull’uso di creme sbiancanti che avevano portato con sé dall’Africa.

Il Gazzettino scrive che la Procura ha sequestrato le creme usate dai profughi per schiarirsi la pelle a caccia di sostanze pericolose che ne potrebbero aver causato la morte:

“Si tratta di creme usate per schiarirsi la pelle, ma che potrebbe contenere ingredienti pericolosi. È quindi questa una delle piste seguite dagli investigatori, in attesa di conoscere se dalle autopsie su i tre corpi possano emergere altri elementi che accomunino i tre casi. La cronologia delle morti sospetti inizia con Issa Doumbia, 21 del Mali, morto di notte fra atroci dolori.

Il 14 febbraio è stata la volta del 25enne nigeriano Jeffrey Lucky morto improvvisamente. Un altro nigeriano, il 35enne Nkeki Johnson, è invece mortola scorsa settimana. Troppi morti all’Hotel Rizzi e questo ha portato a seguire anche la pista delle creme sbiancanti che potrebbero collegare i tre decessi”.


PER SAPERNE DI PIU'