Cronaca Italia

Cacciatore muore bruciato vivo da un falò acceso per scaldarsi

Cacciatore muore bruciato vivo da un falò acceso per scaldarsi

Cacciatore muore bruciato vivo da un falò acceso per scaldarsi

SCANSANO (GROSSETO) – Un cacciatore è morto bruciato vivo in un bosco in Toscana dopo aver acceso un falò per scaldarsi. E’ accaduto nel pomeriggio di sabato 7 gennaio.

L’uomo, 80 anni, di Poggioferro di Scansano (Grosseto), stava partecipando a una caccia al cinghiale quando è morto carbonizzato in seguito ad un incendio che si è sviluppato dal fuoco che lui stesso aveva acceso.

L’anziano, a causa della temperatura molto rigida, aveva acceso un fuoco durante la cacciata in un bosco in località Ragnaie, tra Scansano e Pomonte. Le fiamme, forse per il vento forte, lo hanno poi avvolto. Gli altri cacciatori si sono accorti del fuoco perché ha poi attaccato anche la macchia, scoprendo così che l’ottantenne era morto. Sul posto i carabinieri per ricostruire la dinamica, i vigili del fuoco e il 118.

 

 

To Top