Blitz quotidiano
powered by aruba

Cagliari: Aldo Mantiglia spara e colpisce bambino di 12 anni

CAGLIARI – Per regolare i conti con un suo coetaneo ha pensato di esplodergli contro due colpi di pistola che hanno mancato il bersaglio ma le cui schegge provocate dalla frammentazione dei proiettili sono finite sul pianerottolo della scala ed hanno ferito di striscio alla gamba un bambino di 12 anni, che guarirà in alcuni giorni. Il fatto è avvenuto in una abitazione in via Pier della Francesca, nel quartiere di Mulinu Becciu a Cagliari.

Nel palazzo, dopo la segnalazione della sparatoria, sono intervenuti gli investigatori della Squadra mobile. Per tentato omicidio è stato arrestato Aldo Mantiglia, di 26 anni, già noto alle forze dell’ordine. Il giovane ha raccontato che al culmine di una serie di liti con un suo conoscente ha deciso di regolare i conti utilizzando una pistola cal. 7,65 con matricola abrasa. Ha rivolto l’arma contro il suo rivale e premuto per due volte il grilletto. La mancata vittima è rimasto illeso e Mantiglia lo ha quindi aggredito colpendolo al volto con il calcio della pistola.

La Nuova Sardegna aggiunge:

Protagonista dell’episodio, Aldo Mantiglia, 26 anni, con precedenti, che è finito in manette. La mancata vittima, invece, è un coetaneo di Mantiglia, rimasto illeso in un primo momento ma poi aggredito e colpito ripetutamente al volto con il calcio della pistola, una 7,65 con la matricola abrasa.

Mantiglia, che una volta catturato ha ammesso di aver estratto la pistola per regolare i conti con l’altro giovane, è stato arrestato dagli uomini della squadra mobile con l’accusa di tentato omicidio.