Blitz quotidiano
powered by aruba

Caldo killer in Abruzzo: tre morti in 24 ore sulle spiagge

PESCARA – Caldo killer in Abruzzo: tre persone sono morte nell’arco di 24 ore, a causa dell’ondata di afa che sta interessando la regione da un paio di giorni. L’ultima vittima lunedì mattina sulla spiaggia di Giulianova, in provincia di Teramo: una donna di 84 anni è deceduta dopo essersi sentita male mentre stava entrando in acqua.

Stesso episodio, sempre lunedì mattina, a Francavilla a Mare, in provincia di Chieti, dove un 74enne di Chieti si è sentito male mentre si trovava in acqua ad una decina di metri dalla battigia: è stato visto accasciarsi e cadere in acqua. Inutili i soccorsi, per lui non c’è stato nulla da fare.

Domenica invece ad Elice (Pescara) è toccata a un 64enne di Montesilvano: si è sentito male mentre andava in bicicletta insieme ad un amico ed è morto. Bilancio ancor più tragico se alla conta si aggiunge anche una donna anziana di Trento, in vacanza a Bibione Pineta morta nelle stesse ore: è stata colta da malore ed è deceduta in 10 centimetri di acqua. Inutile il dispiegamento di forze con il personale della Bibione Mare e del 118.

Proprio stamattina la Protezione civile abruzzese ha lanciato l’allarme per l’ondata di caldo che sta interessando la regione e che proseguirà nei prossimi due giorni con temperature fino a 36 gradi. Il Centro Funzionale d’Abruzzo ha raccomandato, pertanto, di prestare attenzione, soprattutto se si è soggetti a rischio: anziani, bambini, malati cronici.


TAG: ,