Blitz quotidiano
powered by aruba

Campobasso, incendio a convitto. Custode muore di infarto

CAMPOBASSO – Tragedia nella notte tra venerdì 1 e sabato 2 aprile in centro a Campobasso: ignoti danno fuoco al convitto nazionale Mario Pagano di Campobasso e il custode dell’edificio è morto nel tentativo di spegnere l’incendio. Tutto è accaduto prima delle quattro quando il rogo ha distrutto uno degli ingressi del convitto, edificio di pregio storico e importante istituzione culturale del capoluogo molisano.

Le fiamme hanno interessato il portone che affaccia su Corso Bucci, il custode è morto nel tentativo di spegnere l’incendio. A quanto pare sarebbe stato stroncato da un infarto. Il rogo, secondo i primi riscontri degli investigatori, è certamente di natura dolosa e sono in corso le indagini del forze dell’ordine. Sul posto hanno operato a lungo i vigili del fuoco. L’edificio ospita diverse scuole, dalle elementari fino al liceo.

Il custode deceduto si chiamava Domenico Di Maria, 55 anni. Non appena resosi conto di quello che stava accadendo ha tentato di correre verso il luogo dell’incendio, ma è stato stroncato da un infarto. Le telecamere di sicurezza dell’edificio hanno ripreso, anche se non in maniera chiarissima, l’uomo che ha appiccato il fuoco ad un cumulo di rifiuti, compresi alcuni cartoni, che erano stati lasciati in strada vicino al portone dato alle fiamme. Si lavora ora per arrivare alla sua identificazione. Al momento dell’incendio erano circa un centinaio i ragazzi che stavano dormendo all’interno del convitto e che sono stati poi evacuati. I vigili del fuoco sono rimasti sul posto fino alle nove di questa mattina così come anche le forze dell’ordine che indagano sull’accaduto.