Cronaca Italia

Campotosto: trovato cadavere di Enrico De Dominicis, disperso a Ortolano

Campotosto, trovato cadavere del disperso di Ortolano. Paese sfollato

Campotosto, trovato cadavere del disperso di Ortolano. Paese sfollato (foto d’archivio Ansa)
+++ NO SALES EDITORIAL USE ONLY +++

CAMPOTOSTO – E’ stato trovato il cadavere di Enrico De Dominicis, 73 anni, l’ uomo disperso a Ortolano, una frazione di Campotosto (L’Aquila), nei giorni scorsi. L’uomo, che era stato travolto da una slavina a seguito delle scosse del terremoto, è stato trovato – si apprende da fonti della protezione civile – da uomini della Guardia di Finanza che stavano lavorando da giorni nella zona.

Il corpo dell’uomo, localizzato dal soccorso alpino della Guardia di Finanza e recuperato dai Vigili del Fuoco, è ora in un elicottero diretto all’ospedale di L’Aquila. “Abbiamo raggiunto Campotosto alle prime luci del mattino e abbiamo iniziato le ricerche” dice il funzionario dei Vigili del Fuoco Enzo Albanese. Pensionato Enel, De Dominicis aveva lavorato in passato alla centrale idroelettrica di Provvidenza, a pochi chilometri da Campotosto. Viveva con il fratello e all’arrivo della slavina stavano entrambi uscendo di casa dopo una scossa di terremoto. Il fratello Giocondo si è salvato. Lui è stato investito in pieno

Intanto il 19 gennaio “è stata completata l’evacuazione della frazione di Ortolano-Campotosto con l’ausilio di un elicottero”. Così la responsabile dell’Ufficio emergenze della Protezione Civile, Titti Postiglione, che ha fatto il punto sull’emergenza a Rieti. “Sono state riaperte la SS81 a Teramo, la SS696, la 77 a Spoleto e si sta lavorando in maniera intensa sulla SS4 Salaria, aperta solo ai mezzi di emergenza”, ha detto Postiglione aggiungendo che “sul territorio ci sono le migliori competenze e attrezzature”. “A ieri operano nella zona 4200 uomini arrivati oggi a quota 7000, esclusi gli operatori di comuni e altri enti locali”, ha concluso.

“Il sindaco di Campotosto mi ha segnalato il rischio frane sul Monte Corno dal quale una volta diradatasi la nebbia si vede che si sta staccando un costone. Potrebbe essere un inizio di frana. Ho segnalato la cosa alla protezione civile regionale direttamente al sottosegretario Mazzocca”. Così il consigliere regionale del Pd Pierpaolo Pietrucci su un’altra possibile emergenza che si potrebbe scatenare nell’alta Valle dell’Aterno, già colpita epicentro del sisma di ieri e da giorni nella morsa della neve.

“Da quel monte si e’ staccato la valanga – spiega ancora Pietrucci, in prima linea da ieri nell’alta valle dell’Aterno -. Il sindaco di Campotosto Cannavicci è un ingegnere e fa bene ad essere preoccupato. Dobbiamo avviare subito verifiche”, conclude Pietrucci che sta cercando di arrivare a Campotosto. Molti paesi dell’Alto Aterno, tra cui Ortolano, sono isolati e non ancora raggiunti per via di metri di neve sulle strade. I cittadini si lamentano che fino a ieri non erano arrivate a nè sedie nè brandine negli spazi di accoglienza.

To Top