Blitz quotidiano
powered by aruba

Cane lupo scoperto a Savona: no legge che li protegga

SAVONA – Luce è il nome scelto per l’incrocio di cane lupo trovato nella provincia di Savona, ma non ci sono leggi guida che possano proteggere la sua specie ibrida. La Commissione Europea nell’ambito del programma Life li chiama Ibriwolf, un ibrido tra cane e lupo, che non sono né fauna selvatica, né animali d’affezione.

Isabella Villa sul Secolo XIX scrive che in Toscana sono diverse le famiglie censite e che ora bisogna studiare una soluzione per questi ibridi di cane lupo:

“Ora – secondo quanto riporta il sito Geapress, agenzia di stampa specializzata in problemi degli animali – un esemplare è stato identificato anche nel Savonese. Si tratta di una giovane femmina che è stata chiamata “Luce”. L’esame del suo Dna ha confermato che si tratta di un ibrido: un incrocio tra un lupo e un cane, probabilmente inselvatichito, della famiglia dei lupoidi.

La scoperta di “Luce” risale a qualche settimana fa, quando la vicepresidente della sezione Valbormida della Lega Difesa del Cane è stata contattata dal servizio veterinario dell’Asl in merito al recupero di un cane gravemente ferito.

Si trattava di una giovane femmina che è stata trasportata in una clinica veterinaria: lì i volontari si sono resi conto che non si trattava di un cane “normale”. Un sospetto che ha trovato conferma dalle analisi del Dna: “Luce” è figlia di un lupo e di un cane, è un esempio di introgressione, ovvero di trasferimento di varianti genetiche da una specie all’altra tramite reincrocio di ibridi di prima generazione. Ora si trova al sicuro in un centro di recupero e, considerata l’impossibilità al ritorno in natura, la Lega Difesa del Cane ha deciso di contribuire al suo mantenimento”.


PER SAPERNE DI PIU'