Blitz quotidiano
powered by aruba

Carabinieri, la nuova divisa attillata fa impazzire i gay

ROMA – L’ennesima dimostrazione della potenza della rete? È la storia di un post condiviso da uno studente universitario di Torino che è diventato virale nel giro di poche ore e che sta rimbalzando, in rete come sui quotidiani, alla velocità della luce.

Lo stesso autore del post, Stefano Sechi, 20 anni, non avrebbe mai immaginato tanto clamore: ”Sinceramente non me l’aspettavo – confida a Il secolo XIX – anche perché voleva essere una cosa estiva, un post così, simpatico. Invece, ha ottenuto una condivisione impressionante. E addirittura mi sono arrivati messaggi, richieste di incontro, e fotografie, anche in intimo, da parte di persone che pensavano che fossi io…”.

Stefano dice di aver condiviso la foto fatta da un amico. Nello scatto due giovani carabinieri con indosso le nuovi uniformi e questa didascalia: ”Vogliamo parlare della nuova divisa dei carabinieri? Anzi, vogliamo parlare del carabiniere a destra?”. Risultato? Un successo immenso in poche ore. Al momento sono quasi 32mila le condivisioni, oltre 2mila i commenti e più di 81mila i like. Ah, il fascino della divisa!

Facebook, e in generale i social, ancora riescono a sorprendere: ”È una piazza, più grande di quanto si possa immaginare. Io volevo dire, che dal mio punto di vista queste divise sono più belle di quelle di Alitalia, di cui s’è scritto tanto…” , prosegue Sechi nell’intervista al Secolo XIX. Voleva solo esprimere un giudizio estetico, quindi, il 20enne che è diventato un volto noto perché impegnato nella campagna social #omofobiastop. Ricordate? Il giovane studente gay era la vittima dell’aggressione da parte di omofobi subita non troppo tempo fa su un autobus a Torino. Ecco, Stefano, dopo quell’esperienza, ha avviato un movimento importante contro le discriminazioni, ma la foto delle divise dei carabinieri era solo un gioco, una battuta spiritosa, tanto che aggiunge: ”Sono certo che il carabiniere, e i carabinieri, capiranno lo spirito, e si faranno una risata, di fronte a tutti questi commenti sulla nuova divisa…”.

E di commenti, come detto, sono arrivati a pioggia sotto al suo post. Nella foto, scattata in strada, i due militari sono fasciati in un completo che sembra ancora invernale: pantaloni stretti e maglia a maniche lunghe. E proprio i calzoni aderenti – ben portati dal carabiniere di destra che, non si può negare, ha un fisico invidiabile – hanno aperto un caso. La piazza virtuale si è scatenata, divisa tra chi ha apprezzato (e pure parecchio) e chi invece ha parlato di divisa troppo audace, che non possono permettersi tutti (come i militari un po’ sovrappeso) e che più che pantaloni sembrano leggings.

Ma andiamo al sodo: chi è quel carabiniere di destra che, critiche alla nuova uniforme a parte, ha infiammato gli utenti? Ci dispiace ma la sua identità è ancora avvolta nel mistero. Girano vari nomi, si parla di Torino ma anche di Genova. Di sicuro l’aitante militare si sarà compiaciuto e magari si sarà anche fatto una risata a leggere tutti i quei commenti, ma può anche darsi che non ci tenga a farsi conoscere.

Immagine 1 di 2
  • Carabinieri, la nuova divisa attillata fa impazzire i gay 02
Immagine 1 di 2