Blitz quotidiano
powered by aruba

Carlo Giovanelli è morto: addio al principe dei salotti romani

ROMA – Si è spento domenica mattina a Roma, il principe Carlo Giovanelli.  A renderlo noto è stato il figlio, Guglielmo Giovanelli Marconi. Per oltre 50 anni è stato protagonista dei salotti della Capitale e del jet set internazionale, icona di stile ed eleganza, il principe aveva 74 anni.

Giovanelli era nato il 14 gennaio 1942 a Roma: figlio di Giuseppe Giovanelli e Franca Giulia.Una leggenda narra che fosse nato in una stanza d’albergo in via Veneto. Il Corriere della Sera ricorda una chiacchierata avvenuta tempo fa con Carlo Vanzina. “Sono nato al Palace Ambasciatori – gli avrebbe rivelato il principe – Eravamo in tempo di guerra. Noi abitavamo nella nostra villa sull’Aurelia. Ma essendo lontana dalle cliniche romane mio padre, preoccupato, affittò un intero piano dell’albergo e ci trasferì mia madre con tutta la famiglia. Siccome nacqui all’improvviso, con un mese di anticipo, in clinica mia madre non ci arrivò e partorì in albergo. Venne addirittura un cardinale a battezzarmi, trasformando una camera d’albergo in cappella”.

Amabile conversatore, uomo colto, frequentatore assiduo del Circolo della Caccia e amico intimo di casa Savoia, presenziava ai matrimoni reali di tutta Europa. Sempre attento alle nuove mode e uomo di gusto sobrio e raffinato. Nel 1966 aveva sposato Elettra, figlia di Guglielmo Marconi, e da anni era anche un volto noto del piccolo schermo.

Qualche anno fa, ricorda ancora il Corriere, confidò l’amarezza per la scelta del figlio Guglielmo di prendere il cognome della madre Elettra, figlia del grande scienziato Guglielmo Marconi: “Di Guglielmo Marconi esistono altri nipoti – disse – mentre mio figlio sarebbe stato il solo continuatore della mia famiglia: mio fratello infatti ha avuto cinque figlie femmine”.

I funerali si terranno mercoledì nella chiesa di San Carlo al Corso.