Blitz quotidiano
powered by aruba

Carlo Revel Chion cade in crepaccio Monte Rosa e muore

AOSTA- È morto poche ore dopo l’arrivo in ospedale ad Aosta Carlo Revel Chion, l’alpinista sessantunenne di Chiaverano (provincia di Torino) caduto in crepaccio nel massiccio del Monte Rosa. Era stato recuperato in mattinata in condizioni molto gravi. Con lui c’erano altri due scalatori: un cinquantaquattrenne, non grave, e suo figlio di 16 anni, già dimesso (entrambi di Chiaverano, nel Torinese). L’incidente si è verificato a quota 3.400 metri, in fondo al canale sotto il rifugio Gnifetti, nel crepaccio terminale. Sul posto è intervenuto il Soccorso alpino valdostano, con le guide e due elicotteri. La vittima, scrive la Sentinella del Canavese, è Carlo Revel Chion, titolare con il fratello della storica distilleria.

In totale tre alpinisti sono rimasti feriti dopo essere caduti in un crepaccio sul ghiacciaio Indren, nel massiccio del Monte Rosa. Uno di loro, secondo le prime informazioni, è in gravi condizioni. L’incidente si è verificato a quota 3.400 metri, in fondo al canale sotto il rifugio Gnifetti, nel crepaccio terminale.