Cronaca Italia

Carmela Riemma, arrestata la “regina dei Narcos”. L’ex calciatrice era latitante da due anni

Carmela Riemma

Carmela Riemma

VICENZA – L’ex calciatrice dell’Avellino Carmela Riemma, condannata a 21 anni di reclusione e latitante da due anni, è stata trovata e arrestata a Vicenza. Riemma, soprannominata “la regina dei narcos” era stata condannata a 21 anni e 6 mesi per aver “rivestito un ruolo di primissimo piano all’interno di un ben strutturato sodalizio criminale dedito all’importazione di di cocaina dal Sudamerica”.

A nulla – come racconta il Mattino – è servito il cambio di identità ed il lavoro di badante nel centro vicentino. I finanzieri l’hanno scovata, dopo articolate indagini, in una villetta dove vieva insieme ad altre quattro persone, del tutto ignare dei suoi trascorsi criminali.

Già nel 2000, fu coinvolta in una maxi-inchiesta della Squadra Mobile di Torino che portò alla scoperta di un intenso traffico di cocaina tra Italia e Venezuela. Ventotto persone furono arrestate e tre indagate a piede libero, in una gang dove un ruolo di spicco era rivestito dalle donne. Ne finirono in manette ben sei, tra cui Carmela Riemma, ex calciatrice professionista dell’ Avellino Calcio. Poi la condanna a 21 anni e la lunga latitanza. Ma questa volta non sono servite le “finte” ad ubriacare i finanziarie. E sono scattate le manette

 

To Top