Blitz quotidiano
powered by aruba

Carpi, uccide la moglie malata di Alzheimer a colpi di pistola

CARPI – Stanco di vederla soffrire perché affetta dal morbo di Alzheimer, l’ha uccisa a colpi di pistola. È successo a Carpi (in provincia di Modena) dove un uomo di 85 anni, Pierino Corradini, ha sparato contro la moglie, Maddalena Pavesi, 83 anni, con cui era sposato da oltre sessanta anni. L’uomo ha poi chiamato la figlia, che ha dato l’allarme, ed è stato arrestato dalla polizia.

L’omicidio sarebbe avvenuto nella mattinata del 22 agosto. La vicenda è racchiusa nella solitudine di un uomo descritto da tutti come perbene e tranquillo, ben voluto per la sua attività all’Avis, che però questa mattina ha dovuto affrontare l’ennesimo brutto momento della moglie. Ha chiamato così una delle figlie: “Vieni qui, la mamma non sta bene” avrebbe detto. Quando la donna è però arrivata l’anziana era già morta, colpita da tre proiettili sparati da una pistola regolarmente detenuta.

L’ipotesi prevalente è che l’uomo abbia avuto uno scatto d’ira mentre la figlia stava arrivando. Non ci sarebbe alcuna premeditazione nell’omicidio. Le due figlie della coppia (che ha complessivamente tre figli, due femmine e un maschio) sono state sentite oggi in Commissariato. Ai poliziotti le due donne hanno spiegato che nulla nel menage dei genitori poteva far intuire una situazione di tale sconforto.

L’uxoricida viene descritto come un uomo lucido: l’arma, tanto per fare un esempio, non solo era regolarmente detenuta, ma addirittura regolarmente conservata in maniera sicura. Ma l’anziano era evidentemente molto, anzi troppo, provato dalla malattia della compagna. È stato arrestato con l’accusa di omicidio aggravato dalla parentela.