Blitz quotidiano
powered by aruba

Carta di Identità Elettronica: quando e come richiederla

Dal 2016 entrerà in vigore la nuova Carta di Identità Elettronica: quali sono le novità, come richiederla, quali sono i costi e tutto quello che c’è da sapere a riguardo.

ROMA – Dopo 18 anni di sperimentazione, da marzo arriva la Carta di Identità Elettronica. Si potrà dare il consenso alla donazione di organi ma non integrerà anche i dati sanitari.

L’Agenzia per l’Italia Digitale ha annunciato che, dopo quasi 20 anni di attesa, è ormai ufficiale. Non è la prima volta che che la CIE viene messa a disposizione dei cittadini, ma dal prossimo marzo sarà introdotta in maniera definitiva in 153 Comuni, per poi essere portata su tutto il territorio nazionale entro il 2018.

A sostituire il vecchio documento cartaceo, sarà una tessera, simile alla patente ma più avanzata, che conterrà tutti i dati del cittadino. Il nuovo documento conterrà, oltre ai dati anagrafici del posre, contatto (telefono ed email), impronte digitali, codice fiscale, varie misure anticontraffazione come ologrammi microscritture e chip NFC, oltre che l’eventuale consenso alla donazione degli organi, da specificare in fase di richiesta della CIE. A guastare un po’ la festa, la mancata integrazione con il sistema sanitario, per cui sarà ancora necessario ricorrere alla tessera sanitaria.

Carta di identità elettronica, come e dove richiederla? E’ possibile richiedere la carta d’identità elettronica seguendo le stesse modalità per il rilascio della carta d’identità cartacea. Ciò significa, quindi, che è necessario rivolgersi al proprio Comune di residenza e fare la consueta richiesta che deve essere accompagnata da un documento di riconoscimento valido da mostrare al dipendente pubblico. Ma alcune novità introdotte con la Carta d’Identità Elettronica riguardano anche le modalità di richiesta: sarà possibile, infatti, richiedere il nuovo documento di riconoscimento facendo richiesta online su un sito creato appositamente. Qualora si opti per la soluzione telematica, occorrerà scannerizzare la propria foto per ottenerla in formato digitale.

Carta di identità elettronica, che documenti devono essere presentati? Per potere ottenere il rilascio della carta d’identità elettronica devono essere presentati all’anagrafe del Comune di residenza i seguenti documenti: carta di identità scaduta o in scadenza, da presentare in caso di rinnovo della carta di identità. Denuncia di furto o smarrimento resa presso le Autorità competenti, in caso di furto o smarrimento della carta di identità. Documento di riconoscimento: passaporto, patente, libretto della pensione con foto, in caso di furto, smarrimento o distruzione della carta d’identità. Dichiarazione sostitutiva di atto notorio 2015 attestante il deterioramento della carta d’identità, qualora la richiesta di carta d’identità sia a seguito del deterioramento della carta d’identità stessa.
Carta di identità deteriorata, in caso di deterioramento della carta di identità.

Carta d’identità elettronica, quanto costa? Il costo della carta d’identità elettronica dovrebbe oscillare tra i 15 e i 20 euro, ma lo stesso dovrebbe andare a ridursi nel tempo.

Carta di identità elettronica, validità: La validità della carta di identità elettronica è la stessa della carta d’identità cartacea tradizionale, cioè 10 anni. In caso di soggetti minorenni, la validità della carta d’identità varia in base all’età del soggetto interessato: validità di tre anni per minori di anni 3, validità di cinque anni per i minori con età compresa tra i 3 e i 18 anni.

Ecco l’elenco di tutti i Comuni in cui sarà possibile richiedere la nuova carta d’identità:

Immagine 1 di 5
  • carta-identita-elettronica (5)
Immagine 1 di 5