Cronaca Italia

Cassino: fa pipì e sporca il pavimento. L’insegnante lo obbliga a pulire: denunciata

Cassino: fa pipì e sporca il pavimento. L’insegnante lo obbliga a pulire: denunciata

Cassino: fa pipì e sporca il pavimento. L’insegnante lo obbliga a pulire: denunciata

CASSINO – Fa pipì e sporca il pavimento. L’insegnante lo obbliga a pulire. E i genitori del ragazzo la denunciano. Tutto è successo martedì 28 febbraio nel bagno di una scuola media di Cassino, dove un ragazzino fa pipì fuori dalla tazza e sporca il pavimento. La professoressa, informata, decide di affrontarlo. Lui nega. Lei lo minaccia di fare la prova del dna. E lui alla parola Dna crolla e confessa. E ora la famiglia del ragazzo hanno denunciato la professoressa:

La sorella chiarisce: “È un bambino pulito. Quando va al bagno a casa, pur di non sporcarsi, fa la pipì seduto». Spiega: «Ha raccontato di aver sporcato il pavimento mentre stava per tirare su lo slip e perché qualcuno ha aperto la porta. Non credo fosse necessario sottoporlo a tanta vergogna. Bastava una lettera di richiamo e noi avremmo provveduto. Per la pulizia dei bagni, c’è comunque del personale addetto che viene assunto per quel motivo e pagato. Mio fratello non vuole andare più a scuola”.  Dall’istituto scolastico non smentiscono la notizia, ma ridimensionano l’accaduto.

Ma ormai – come scrive Maria Corbi de La Stampa – le cose sono andate troppo oltre. Di mezzo c’è un avvocato. Tanti i fatti da capire: se, mentre stava in bagno, il ragazzino abbia subito dai compagni un atto di bullismo o un semplice scherzo, e perchè la professoressa abbia deciso di punire solo lui. Come mai la semplice richiesta di pulire abbia procurato tanta ansia e vergogna nell’alunno.

To Top