Blitz quotidiano
powered by aruba

Cavalcavia Lecco: superstrada chiusa, rallentamenti in tutta la zona

LECCO – Sono state liberate liberate dalle macerie, le corsie della Superstrada 36 Milano-Lecco investite dal crollo del ponte provocato dal passaggio di un mezzo pesante. La tragedia aveva provocato un morto e quattro feriti, dopo che i tecnici avevano ridotto la percorribilità dell’arteria a scorrimento veloce a causa della caduta di detriti dal ponte, ma senza che nessuno provvedesse a impedire la circolazione sul cavalcavia.

I lavori delle squadre di tecnici impegnati ormai da due giorni sul posto, proseguono ora per mettere in sicurezza le spalle del ponte ancora in piedi ma con parti terminali pericolanti. Terminata anche questa fase delle opere, andranno completamente ripristinate le corsie della Superstrada per consentirne la riapertura.

Attualmente la circolazione viene interrotta provenendo da sud a Nibionno (Lecco) e da nord a Isella di Civate (Lecco) con uscite obbligatorie sulla viabilità locale per poi reinnestarsi eventualmente oltre il punto del crollo. In base alle ultime stime, la speranza è di poter riaprire la Superstrada 36 entro la sera di lunedì 31 o al più nella notte tra lunedì e martedì.

Nel frattempo in tutta l’area brianzola e attorno alla città di Lecco il traffico subisce notevoli e continui rallentamenti in ogni direzione, complice anche il ponte di Ognissanti ma soprattutto per il fatto di essere venuto a mancare il collegamento principale diretto con il troncone nord Lecco-provincia di Sondrio della Superstrada 36.