Blitz quotidiano
powered by aruba

Cerveteri. Giovanni Pennacchioli morto durante caccia al cinghiale

CERVETERI – Giovanni Pennacchioli è morto a 43 anni durante una battuta di caccia al cinghiale nei boschi vicino Cerveteri. Pennacchioli è stato raggiunto da un colpo di fucile esploso dal suo compagno di caccia ed è stato ferito all’inguine. L’uomo, 43 anni, è morto dissanguato prima che i soccorsi riuscissero a raggiungerlo e a prestargli le prime cure.

Emanuele Rossi sul Messaggero scrive che l’incidente è avvenuto intorno all’1.30 di notte tra domenica 10 e lunedì 11 luglio nella frazione Sasso, località Cerqueta, a Cerveteri. Pennacchioli e i suoi amici si erano ritrovati per una battuta di caccia di frodo al cinghiale ed è rimasto ferito:

“Forse i movimenti del bracconiere, nel buio, sono stati attribuiti a un cinghiale da uno del gruppo che ha sparato. Ma sono ancora al lavoro per ricostruire esattamente l’accaduto i carabinieri della compagnia di Civitavecchia. Non si può escludere che fossero due i gruppi usciti nelle campagne etrusche per dare la caccia ai cinghiali. L’allarme è stato dato intorno all’1.30. Sul posto sono arrivati subito i militari e la polizia locale di Cerveteri che hanno dato il loro appoggio nell’effettuare i rilievi. La vittima abitava in un quartiere centrale della città ed era molto conosciuto nella zona”.


PER SAPERNE DI PIU'