Blitz quotidiano
powered by aruba

Cervino: Ottavio Gérard e Joel Déanoz precipitati, corpi trovati il giorno dopo

AOSTA – Sono precipitati sul versante sud del Cervino mentre salivano la Via Deffeyes e si sono schiantati contro le rocce: così sono morti Ottavio Gérard, presidente delle guide alpine del Cervino e Joel Déanoz, maestro di sci. Erano partiti giovedì per l’impegnativa ascensione ma alla sera non hanno fatto rientro ed è scattato l’allarme. Venerdì mattina il soccorso alpino valdostano ha effettuato un sorvolo con l’elicottero nella zona ed ha avvistato e recuperato i due corpi che sono stati trasportati ad Aosta.

E’ stata probabilmente una caduta di sassi a provocare la morte dei due, entrambi esperti alpinisti, precipitati mentre salivano sul versante sud del Cervino. L’incidente si è verificato a 3.900-4.000 metri. I corpi sono stati recuperati a 3.600 metri di quota, per una caduta di alcune centinaia di metri. “le condizioni della montagna – ha detto Lucio Trucco, responsabile del soccorso alpino – sono ottimali. I due erano alpinisti molto preparati e molto ben allenati”.

La Via Deffeyes è considerata una delle più impegnative del Cervino con 4-5 ripetizioni finora realizzate. Dell’accaduto si sta occupando la guardia di finanza di Cervinia. Gérard Ottavio, 40 anni, stava accompagnando l’amico Joel Déanoz, 36 anni, maestro di sci e direttore della scuola di sci di Breuil-Cervinia. Déanoz, figlio di una guida alpina, intendeva seguire le orme paterne e si stava allenando per accedere al corso professionale.


TAG: ,