Blitz quotidiano
powered by aruba

Ceva: auto in fiamme con cadavere carbonizzato di Simone Bonino

CUNEO – Un auto in fiamme e, accanto, un cadavere carbonizzato, quello di Simone Bonino, sono stati trovati questa mattina a Ceva, in provincia di Cuneo, di fronte al cimitero cittadino. A dare l’allarme un agente della polizia stradale, che si stava recando al lavoro. Sul posto vigili del fuoco, polizia e carabinieri, che hanno identificato la vittima: si tratterebbe di un italiano di 43 anni residente a Priero, non lontano dal luogo del ritrovamento. L’area è stata isolata. Al momento gli inquirenti non escludono alcuna ipotesi.

Paola Scora e Chiara Viglietti su La Stampa aggiungono:

Il fatto che siano presenti gli uomini della Polizia scientifica apre il campo a diverse ipotesi investigative, tutte al momento da verificare. Intervenuti anche vigili del fuoco, vigili urbani e carabinieri, ma le indagini sono condotte dalla Polizia. Il giovane sarebbe stato ripreso dalle telecamere di sicurezza della città verso le 6,24.

Potrebbe trattarsi di un suicidio, ma anche di un incidente, legato a un’avaria dell’auto (una Hyundai diesel). Si è ipotizzata anche la presenza di una tanica di benzina sul veicolo, praticamente distrutto. In questo momento gli inquirenti (guidati dal dirigente della Mobile, Marco Mastrangelo) stanno riferendo al magistrato della Procura di Cuneo, dott. Gabriella Viglione, che potrebbe decidere do disporre l’autopsia. Gli investigatori stanno sentendo familiari e conoscenti.


TAG: ,