Blitz quotidiano
powered by aruba

Chiama vigili del fuoco: “Dovete aprirmi cintura di castità”

PADOVA – “Pronto, correte, ho perso le chiavi del lucchetto“. Il virgolettato è di fantasia ma è più o meno quello che una signora di mezza età padovana ha detto al telefono col 115. Quando i Vigili del Fuoco sono arrivati all’indirizzo indicato non potevano credere ai loro occhi: la donna si è tirata su la maglia e si è calata i pantaloni. Indosso aveva una cintura di castità in ferro, di quelle medievali.

Il lucchetto anch’esso in ferro, teneva unita una banda in vita con una fascia pubica che andava a coprire la zona dei genitali in modo da renderli inaccessibili. Senza mostrare particolare imbarazzo i pompieri si sono subito messi all’opera e con un tronchese hanno tranciato il sigillo, come richiesto dalla signora. Niente sorrisini, né battutine, si sono solo accertati che la donna non avesse subito violenze o abusi.

Ma lei li ha rassicurati: è stata una sua libera scelta ma non ha specificato se per gioco o sadomasochismo, o semplicemente per conservarsi illibata. Fatto sta che aveva smarrito la chiave e dopo averla a lungo cercata, non ha avuto altra scelta che chiedere l’intervento dei pompieri.

Immagine 1 di 5
  • Chiama vigili del fuoco: "Dovete aprirmi cintura di castità"
  • Rocco Siffredi fa voto di castità
Immagine 1 di 5