Blitz quotidiano
powered by aruba

Chiara Insidioso Monda, presidente municipio le trova casa

ROMA – Chiara Insidioso Monda non finirà in ospizio: il presidente del IX municipio di Roma le trova infatti una casa. “Potrebbe rappresentare un’ottima soluzione per Chiara e la sua famiglia un appartamento di proprietà comunale nel Municipio IX: si trova a 15 minuti dalla Fondazione Santa Lucia, l’ospedale dove la ragazza sta seguendo il programma di riabilitazione, e a 8 minuti da Casal Bernocchi dove Chiara è cresciuta”. Così il presidente del IX Municipio di Roma, Andrea Santoro, annuncia che ha trovato una casa per Chiara Insidioso Monda la ragazza in stato vegetativo dopo essere stata massacrata di botte dal compagno.

“Dopo un primo contatto con i referenti del Campidoglio, che si sono dimostrati subito sensibili, promuoveremo un incontro con il padre di Chiara per organizzare un sopralluogo e verificare ogni possibile adeguamento dell’appartamento che, ad una prima osservazione, sembra facilmente accessibile: dispone di tre locali a piano terra e di un grazioso giardino. Ho accolto la sollecitazione dell’onorevole Michele Anzaldi che ha richiesto una risposta delle Istituzioni, come pure ha fatto Telefono Rosa, e sono certo che in questo caso il Campidoglio saprà superare ogni eventuale ostacolo burocratico per affidare l’appartamento, attualmente inutilizzato, a Chiara e alla sua famiglia”, conclude Andrea Santoro.

La Rete si era già mobilitata: “Diamo una casa a Chiara”, appelli e petizioni per la giovane massacrata dall’ex. Un hashtag #Una casa per Chiara ha invaso la rete. L’appello della petizione è on line sulla piattaforma Change.org ma non è il solo lanciato nel giorno della visita del presidente Mattarella e del ministro Lorenzin alla clinica Santa Lucia, struttura riabilitativa che ospita la giovane massacrata dal compagno Maurizio Falcioni due anni fa.