Cronaca Italia

Chikungunya, primo caso a Modena: disinfestazione d’emergenza a Formigine

Chikungunya, primo caso a Modena: disinfestazione d'emergenza a Formigine

Chikungunya, primo caso a Modena: disinfestazione d’emergenza a Formigine

MODENA – Primo caso accertato di Chikungunya fuori dalla regione Lazio. Un residente di Casinalbo, vicino Modena, è stato ricoverato per aver contratto la febbre trasmessa dalle zanzare infette. Dopo l’accertamento, il comune di Formigine ha fatto scattare il piano di emergenza sanitaria con disinfestazione della zona interessata.

Un solo caso, mentre a Roma e provincia ne sono stati segnalati 17 casi e sono state vietate le donazioni di sangue per oltre un milione di persone.

La Chikungunya è una malattia virale caratterizzata da febbre acuta e trasmessa dalla puntura di zanzare infette. In Europa nell’agosto 2007 sono stati notificati i primi casi autoctoni in Emilia-Romagna. Dopo un periodo di incubazione di 3-12 giorni, si manifesta una sintomatologia simil-influenzale che include febbre alta, brividi, cefalea, nausea, vomito e soprattutto importanti artralgie. Il tutto si risolve spontaneamente, in genere in pochi giorni, ma i dolori articolari possono persistere anche per mesi.

Le complicanze più gravi sono rare. Il virus responsabile della chikungunya appartiene alla famiglia delle togaviridae, del genere degli alphavirus. È trasmesso dalle zanzare del genere Aedes.

To Top