Blitz quotidiano
powered by aruba

Christian Lombardozzi, autopsia: studente morto per malore

Christian Lombardozzi è morto in classe. L'autopsia non esclude patologie cardiache

SULMONA (L’AQUILA) – L’autopsia su Christian Lombardozzi, lo studente di 17 anni deceduto venerdì scorso durante una lezione nell’istituto Alberghiero ‘De Panfilis’ di Roccaraso, esclude che la morte dello studente si sia verificata a causa di un evento traumatico, ovvero per una caduta da una sedia: su tale conclusione sono concordi sia il perito nominato dalla procura sia quello nominato dalle tre persone finite sotto inchiesta per concorso in omicidio colposo.

Secondo le prime indiscrezioni dopo l’esame peritale infatti non sarebbero emerse fratture di alcun genere, né sulla colonna vertebrale né sulla fronte dove il giovane presentava una piccola ferita formatasi dopo la caduta dalla sedia. Non si esclude che la morte del ragazzo possa essere riconducibile a problemi cardiaci o vascolari. Decisivi a scoprirlo saranno gli esami istologici sui tessuti e sui liquidi prelevati dai periti, nel corso dell’autopsia che saranno eseguiti nei prossimi giorni.

“Mio figlio era sanissimo e non aveva alcun problema di cuore”, è stato il commento al termine dell’autopsia del padre di Christian Lombardozzi. “Andava quasi tutti i giorni in montagna – ricorda – e praticava anche lo sport. Una notizia che rende ancora più incomprensibile la morte di nostro figlio”.