Blitz quotidiano
powered by aruba

Cicciolina ricorda Marco Pannella: “Quando mi disse…”

ROMA – “E’ morto un grande uomo, ho perso un fantastico maestro. Marco era una persona molto onesta, sono davvero addolorata, mi mancherà tantissimo…”. Ilona Staller, in arte Cicciolina, ricorda commossa Marco Pannella. Grazie al leader radicale, dice all’Adnkronos, è approdata a Montecitorio, tra mille polemiche. ”E’ stata lui a volermi deputata nell”87, diede l’ok definitivo alla mia candidatura. Quando mi mise in lista, gli diedi un bacetto, lo consideravo un fratello maggiore, era così dolce, sembrava un orsachiotto…. Una volta eletta, sono rimasta in Parlamento fino al ’92. Quante battaglie importanti ha fatto. Ho presentato anche delle proposte di legge, tuttora molto valide, come quella per l’abrogazione della Merlini…”. L’ex star stava registrando il ‘Maurizio Costanzo Show’ quando ha appreso la notizia della morte di Pannella:

”Sono scoppiata a piangere, domani sarò a Montecitorio per la camera ardente, insieme a mio figlio Ludwig Koons. Marco era molto carismatico, per me era un mito, non morirà mai… Non capisco perchè non ha avuto un riconoscimento di quello che ha fatto. Non ci posso credere che non l’hanno fatto nemmeno senatore a vita, è sconvolgente… Meritava molto di più. Non è stato dato a Cesare quel che è di Cesare. L’avrei visto come presidente della Repubblica, chi poteva farlo meglio di lui?”. Cicciolina ha due ricordi: ”Dovevamo fare un’intervista in tv e lui mi chiese: ‘Mi aiuti ad aggiustare il trucco?’. E quella volta in Ungheria, quando al Congresso radicale abbiamo salutato gli ultimi carri armati russi che erano rimasti e lanciai in segno di pace e amore due colombe bianche verso il cielo… Grazie Marco, ti rimpiangeremo molto”.