Cronaca Italia

Città di Castello, donna uccisa a coltellate in casa

Città di Castello, donna uccisa a coltellate in casa

(Foto d’archivio)

PERUGIA – Giallo in Umbria: una donna italiana di 55 anni è stata uccisa a coltellate a Varesina di Città di Castello, in provincia di Perugia. La vittima è stata trovata dal figlio, rientrato a casa, in una pozza di sangue.

Il giovane, 21 anni, ha subito chiamato i soccorsi, ma per la donna non c’era più nulla da fare. Viveva insieme al figlio e al marito, che si trovava al lavoro quando è stato trovato il cadavere della moglie.

FEMMINICIDIO – Sono 137 le donne uccise nel 2014, una ogni tre giorni. Gli omicidi delle donne registrano un calo del 22,6% a fronte di un calo complessivo degli omicidi del 15,4%. In ambito familiare, gli omicidi sono stati 163 (-7,9%), di cui vittime di sesso femminile 102 (-16,3%). In sette casi su dieci l’assassino è un familiare, un marito, un fidanzato o un ex.

Complessivamente, dice l’Eures, il 66,3% dei femminicidi domestici censiti in Italia tra il 2000 e il 2013 (1.122 vittime in valori assoluti) è direttamente riferibile ad una relazione di coppia, con una prevalenza della relazione coniugale o di convivenza (714 vittime, pari al 42,2% degli eventi censiti), una quota significativa di donne uccise da partner o amanti (292, pari al 17,3%) ed una più contenuta da ex coniugi o ex partner (116 vittime, pari al 6,9%).

 

 

To Top