Blitz quotidiano
powered by aruba

Cocomero: non ci bussate sopra, non risponde. Se è maturo? Si vede così

ROMA – “Bussare” sul cocomero non serve per capire se è maturo o meno. Lo hanno scoperto gli internauti, soprattutto quelli cinesi, che nelle ultime ore sono “impazziti” per un cartello comparso in un supermercato italiano. Nel punto vendita la direzione, accanto ai cocomeri, ha affisso il seguente avviso: “Si prega la gentile clientela di non bussare sui cocomeri, tanto non rispondono”.

Un modo ironico di invitare i clienti a non toccare la frutta ma che alcuni social cinesi hanno interpretato come diretto ai cinesi che, a quanto pare, hanno l’abitudine di tastare i cocomeri. Non sapendo però che questa abitudine è diffusissima anche in Italia. Scrive il Corriere della Sera:

 La foto è stata lanciata sui social media cinesi qualche giorno fa: mostra un cartello in un supermercato italiano che invita i gentili clienti a «non bussare sui cocomeri, tanto non rispondono». Il post è diventato virale su Sina Weibo, il Twitter in mandarino, tanto da essere ripreso anche dal «China Daily», quotidiano in lingua inglese controllato dal governo di Pechino.

Qualcuno in Cina ha equivocato, immaginando che il cartello fosse un richiamo un po’ xenofobo agli acquirenti cinesi che anche in Italia toccherebbero con le mani i cocomeri per provare se sono maturi (evidentemente a Pechino non sanno che lo facciamo anche noi e che molti «cocomerari» romani aprono anche un tassello per mostrare il colore rosso maturo). Altri ci hanno scherzato su: «Gli stranieri non capiscono l’arte cinese di parlare con i cocomeri»; «Noi cinesi comunichiamo con i cocomeri da millenni, sappiamo capire la loro storia con un semplice colpetto delle dita sulla buccia».

 

 


TAG: