Blitz quotidiano
powered by aruba

Comando sbagliato: azienda cancellata dal web ma…

ROMA – È bastata una sola riga di codice per eliminare definitivamente tutti i dati sulla propria azienda, decretandone probabilmente la morte. La storia dell’Internet provider Marco Marsala è rimbalzata velocemente da un forum specializzato, su cui aveva postato una richiesta di aiuto, al resto del web, come monito per tutti i programmatori distratti. Il codice erroneamente inserito dal programmatore sul server che ospitava i dati di circa 1500 clienti, si legge nel post sul forum Server Fault, è “rm-rf”, ovvero un comando noto proprio per la sua pericolosità.

L’espressione “rm” sta infatti per “remove”, ovvero “rimuovi”, l’attributo “-r” indica che il comando vale anche per tutte le sottodirectory mentre “f”, “force”, ordina al programma di ignorare tutti gli avvisi connessi con le operazioni di cancellazione. Il comando ha fatto sparire persino il sito web della compagnia.

“Tutti i server si sono cancellati – scrive Marsala – e anche i backup offline, perché il programma serviva proprio a crearli. Come posso recuperarli in breve tempo?”. Le risposte date dagli esperti nel forum non hanno lasciato speranze. “Mi dispiace informarti che la tua compagnia è essenzialmente morta“, scrive ad esempio un utente, mentre un altro ironizza “Sei sul forum sbagliato, qui si danno risposte tecniche. Quello che ti serve è un avvocato”.

Ma perché lo ha fatto? Si tratta di un’operazione di guerrilla marketing, un passo falso inventato di sana pianta solo ”per pubblicizzare la mia startup dove offriamo servizi di gestione server in outsourcing”, questa la versione dell’autore che rivela: ‘‘Sto anche scrivendo un libro sulle Unix Horror Stories for Dummies e comunque quel fatto è accaduto veramente a una persona che conosco ma anni fa, c’era anche un articolo sul giornale”.


TAG: