Cronaca Italia

Controllore aggredito è l’ennesimo: sciopero dipendenti Trenord

Controllore aggredito è l'ennesimo: sciopero dipendenti Trenord

Controllore aggredito è l’ennesimo: sciopero dipendenti Trenord

MILANO – Sciopero unitario dalle 9 fino alle 13 del personale di Trenord, indetto da quasi tutte le sigle sindacali ‘dopo l’ennesimo atto di violenza sui treni della Lombardia’. Circolazione quindi quasi bloccata, compreso il servizio Malpensa Express che collega Milano all’aeroporto internazionale.

Lo sciopero è stato proclamato dopo l’aggressione del 19 luglio scorso ad un capotreno della linea Piacenza-Milano, aggredito da un passeggero, forse nordafricano, senza biglietto. Il controllore ha avuto la prontezza di riparare l’addome con il braccio ed è finito all’ospedale con il coltello conficcato nel palmo della mano.

L’aggressore è scappato e non è ancora stato rintracciato. “Scioperiamo affinché Trenord e istituzioni si impegnino a garantire la sicurezza e l’incolumità del personale e dei cittadini che utilizzano il treno per muoversi nella nostra regione”, spiegano i dipendenti con un volantino distribuito nelle stazioni e siglato da Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Fast Mobilità, Orsa Ferrovie, Ugl Federazione trasporti, Faisa Cisal.

Trenord opera ogni giorno oltre 2.300 corse, muovendo più di 650mil viaggiatori in Lombardia, in buona parte pendolari, su una rete ferroviaria regionale di 1.900 Km, escluse linee AV.

 

To Top