Blitz quotidiano
powered by aruba

Cremona, uccide la moglie malata con coltellata alla gola

CREMONA – Una donna è stata uccisa a coltellate a Cremona dal marito. L’omicidio è accaduto in via Brenti nella notte tra venerdì 12 e sabato 13 febbraio. Stando alle prime informazioni, la donna, Esterina Chiari di 73 anni, è stata colpita dal marito, Libero Marini, pensionato di 77 anni, con diverse coltellate. La causa del gesto sarebbe da ricercare nella malattia della vittima. L’anziana era stata colpita da un ictus ed era sulla sedia a rotelle. La coppia ha due figlie, una residente nel in provincia di Piacenza, l’altra in provincia di Cremona.

I carabinieri della Compagnia di Cremona nella prima mattinata odierna hanno arrestato per l’omicidio della moglie, Libero Marini, 76 anni, pensionato residente a Cremona. L’uomo, ricostruiscono i militari, intorno alle 2 della notte scorsa è andato nella camera da letto dove riposava la moglie Esterina Chiari, di 72 anni, affetta da grave malattia che l’aveva costretta ad una lunga degenza ospedaliera e successiva infermità, le ha sferrato con un coltello da cucina un colpo alla gola, recidendole la carotide. La donna è morta immediatamente.

Due giorni fa l’anziana era stata dimessa dalla clinica delle “Ancelle della Carità” e l’uomo in casa aveva effettuato lavori per assicurarle la migliore comodità. Esterina Chiari, però, da tempo aveva espresso il desiderio di porre fine alla sua esistenza poiché non era più autosufficiente. Stanotte l’epilogo con la decisione del marito di ucciderla. L’uomo ha atteso l’arrivo della badante che era stata assunta per assistere la moglie. E’ stata lei ad avvertite i militari e i soccorsi.

I carabinieri hanno trovato Marini in evidente stato confusionale e hanno recuperato l’arma del delitto. Verificato che non vi erano altre persone coinvolte nell’omicidio, lo hanno arrestato per omicidio aggravato e lo hanno posto a disposizione a disposizione del pm Laura Patelli arrivata sul posto insieme al medico legale. La salma della donna è stata portata nella camera mortuaria dell’Ospedale di Cremona per l’autopsia.