Cronaca Italia

Crimine paga: 22 miliardi di incassi l’anno (almeno)

Crimine paga: 22 miliardi di incassi l'anno (almeno)

Crimine paga: 22 miliardi di incassi l’anno (almeno)

ROMA – Crimine paga, eccome se paga. Chi ha detto il contrario era un ottimista o comunque un disattento osservatore della realtà socio economica italiana. Conteggia infatti la Guardia di Finanza ben 22 miliardi di euro di patrimonio da attività criminali. In un solo anno, il 2.016, questo quanto trovato nelle tasche dei criminali, della criminalità economico finanziaria. Quelli trovati di miliardi son 22 in un anno, è il guadagno visibile, l’incasso trovato. Quanti i miliardi ancora non scoperti? Quale la proporzione tra il patrimonio criminale portato alla luce del sole e quello ancora coperto, uno a due, uno a tre, uno a quattro?

Il crimine, se è economico e finanziario, in Italia paga e paga bene. Trovati in un solo anno in tasca alla mafia 3,9 miliardi, a tanto ammontano i beni sequestrati e riconducibili alla criminalità organizzata di stampo mafioso.

Trovati nelle tasche dei furbetti dei fallimenti 2,9 miliardi, sono quelli che falliscono e spariscono coi soldi.

Trovati nelle tasche degli evasori fiscali 3,9 miliardi.

Trovati nelle tasche di quelli che predano denaro pubblico 5,3 miliardi.

Trovati nelle tasche di quelli che truccano appalti ovviamente pubblici 3, 4 miliardi.

Trovati nelle tasche di quelli che producono e smerciano prodotti contraffatti 2,4 miliardi.

Fanno 22 miliardi in un solo anno. La Guardia di Finanza registra e segnala incremento costante di fatturato e incassi. Il crimine economico e finanziario gode in Italia di ottima salute e stacca “dividendi” a parti sempre più grandi della società. Paga, paga bene, paga subito. Un bilancio economicamente florido, socialmente disperante.

To Top