Blitz quotidiano
powered by aruba

Cristina Di Caterina muore per malore: cani sbranano corpo

MESSINA – L’hanno trovata morta in una cava a San Marco D’Alunzio, in provincia di Messina. Il corpo di Cristina Di Caterina, 70enne di origini tedesche, era stato divorato dai cani randagi che da tempo accudiva. Quando i carabinieri sono arrivati hanno dovuto far intervenire anche il servizio veterinario dell’Asl di Sant’Agata, data l’aggressività degli animali.

Da più di una settimana non si avevano notizie dell’anziana, che viveva sola nella casetta dell’ex custode della cava. La donna non aveva parenti e viveva in condizioni igieniche precarie. Anni fa era venuta dalla Germania in Sicilia e si sostentava coi pochi spiccioli raccolti chiedendo l’elemosina. Coi suoi pochi mezzi si era presa cura anche di alcuni cani randagi che vivevano nella cava.

A trovarla è stato un dipendente della cava che si è accorto di quanto accaduto. Secondo i carabinieri la donna avrebbe avuto un malore qualche settimana fa: dopo qualche giorno i cani che lei accudiva amabilmente avrebbero cominciato a sbranarne il corpo. I militari hanno trovato solo alcuni resti della donna, circondata dagli animali. Sarà effettuato nei prossimi giorni l’esame autoptico per stabilire l’esatta dinamica e la data della morte.