Blitz quotidiano
powered by aruba

Cristoforo Colombo, lettera scoperta America ritrovata

ROMA – Rubata a Firenze e poi rivenduta negli Stati Uniti, è stata recuperata dai carabinieri dei beni culturali (Tpc) la lettera con la quale Cristoforo Colombo annunciava la scoperta del “Nuovo Mondo”.

La missiva, stampata nel 1493, viene ritenuta di eccezionale pregio storico-archivistico. I dettagli dell’operazione saranno resi noti in una conferenza stampa questa mattina a Roma, 18 maggio, alla presenza del ministro Franceschini, del generale Mossa e dell’ambasciatore Usa in Italia John R. Phillips.

Secondo quanto è stato precisato poi in conferenza stampa, la Biblioteca del Congresso di Washington non ha comprato la lettera di Colombo, bensì l’ha ricevuta attraverso una donazione. Il prezioso documento, hanno ricostruito gli investigatori, era stato venduto all’asta negli Usa nel 1992 e acquistato da un privato. In Italia l’indagine si è aperta nel 2012, partita da una denuncia di furto della Biblioteca Nazionale di Roma. Anche dalla Biblioteca romana, si è scoperto, è stata trafugata una seconda copia della lettera e sostituita da una sofisticatissima riproduzione.     Il ritorno del prezioso documento in Italia, hanno convenuto il ministro della Cultura Dario Franceschini e l’ambasciatore Usa in Italia John R. Phillips, è “un fatto simbolico che segna l’amicizia e la totale collaborazione che c’è tra i Paesi”.