Blitz quotidiano
powered by aruba

Cuccioli affogati e gettati nel cassonetto a Viterbo: addetti canile sotto inchiesta VIDEO

VITERBO – Un operatore di un canile di Fontanile in provincia di Viterbo uccide dei cuccioli di cane affogandoli nell’acqua. Poi mette i loro corpicini in una busta di plastica, raggiunge un cassonetto stradale e li butta via.

Il video-choc è stato reso pubblico durante un processo in corso per maltrattamenti di animali. Le immagini sono state pubblicate dal Corriere della Sera (clicca qui per vedere il filmato) e sono scioccanti e sconsigliate ad un pubblico sensibile.

Quanto accaduto a Fontanile ricorda un canile lager scoperto o scorso marzo a Rho in provincia di Milano. Scoperto dalla Guardia di Finanza, nel canile vivevano stretti in gabbie piccolissime soprattutto volpini e barboncini. I finanzieri hanno trovano cani morti nel frigorifero, carcasse di animali in grossi pentoloni.  L’edificio, con annesso giardino, era stato segnalato dall’Eital, l’Ente italiano per la tutela degli animali e della legalità, con cui da tempo collabora anche Paolo Bernini, parlamentare del Movimento 5 stelle.

E’ stato proprio Bernini a postare su Facebook il video che pubblichiamo qui di seguito, un video forte che mostra lo stato in cui venivano tenuti gli animali. Secondo quanto riferito da Eital, quello scoperto dalla Guarda di Finanza era un allevamento abusivo di cani come volpini, barboncini e di altre razze che erano tenuti in gabbie piccolissime e tenuti in condizioni impressionanti, mentre le carcasse di animali morti erano messe in frigoriferi, invece di essere smaltite.


TAG: ,