Cronaca Italia

Cuneo, maestra arrestata: 300€ da ogni straniero per falsi certificati di lingua

Cuneo, maestra arrestata: 300€ da ogni straniero per falsi certificati di lingua

Cuneo, maestra arrestata: 300€ da ogni straniero per falsi certificati di lingua

CUNEO – Si faceva pagare 300 euro da ogni straniero in cambio di falsi certificati di lingua, necessari per poter chiedere un permesso di soggiorno illimitato. Per questo una maestra di Bra, in provincia di Cuneo è stata arrestata. La donna, che si trova ora ai domiciliari, dovrà rispondere delle accuse di falso ideologico e violazione delle norme sull’immigrazione.

L’insegnante, in servizio presso una scuola elementare di Bra, offriva certificazioni di lingua italiana, fuori dagli orari di lezione per arrotondare. La polizia ha iscritto anche 110 immigrati, in maggioranza cinesi e indiani, finiti nei guai per aver presentato false attestazioni all’ufficio immigrazione.

Le indagini sono partite a giugno quando in questura a Cuneo si è presentato un cittadino indiano che chiedeva un permesso di soggiorno di lungo periodo. Faceva fatica ad esprimersi e a comprendere quello che gli veniva detto, eppure aveva un certificato che attestava la frequenza di un corso in lingua italiana, requisito necessario per ottenere il permesso. Alla fine i poliziotti sono riusciti a farlo confessare: l’uomo gli avrebbe riferito di come aveva ottenuto il certificato al costo di 500 euro per sé e per la moglie.

A seguito di intercettazioni telefoniche, la polizia è riuscita a ricostruire la truffa della maestra che ai migranti consegnava un facsimile di attestato copiato da quello di una scuola per stranieri di Alba. Sono stati ricostruiti anche i pagamenti ricevuti dalla donna tramite postepay. Senza considerare che i 110 certificati fasulli individuati avevano tutti lo stesso numero.

Nel mirino degli investigatori anche due indiani residenti a Savigliano e Pavia e un italiano di Torino. I tre, secondo l’accusa, facevano da intermediari: erano loro a mettere in contatto i connazionali con l’insegnante.

To Top