Blitz quotidiano
powered by aruba

Cuneo, si rompe barella ospedale: paziente cade e muore. Cinque indagati

CUNEO – Doveva essere trasportato in ambulatorio per l’inserimento di un catetere venoso, ma la barella con cui lo stavano trasportando si è rotta, pare per il cedimento di un giunto. Quattro giorni dopo la caduta, Carlo Bono, impresario edile in pensione di 74 anni, è morto. E l’autopsia, effettuata venerdì, ha stabilito che la caduta dalla barella è stata quantomeno concause della morte.

Il sostituto procuratore di Cuneo, Fiammetta Modica, ha inviato avvisi di garanzia a cinque persone per il reato di omicidio colposo. Si tratta dei costruttori della barella, di due manutentori e di due dipendenti dell’ospedale che, secondo il pm, hanno incarichi legati all’acquisto e all’uso delle portantine.

La barella, messa sotto sequestro dalla Procura, è in esame da un tecnico dei carabinieri del Nas per verificare i motivi del cedimento del giunto. Nel mentre, Corrado Bedogni, direttore generale dell’azienda ospedaliera Santa Croce, ha annunciato di “sospendere l’uso di tutte le barelle dello stesso tipo di quella che si è rotta. L’ospedale ne ha una ventina. Ci stiamo attrezzando per sostituirle. Una decisione prudenziale – chiarisce Bedogni – sicuramente la rottura è stata un fatto eccezionale, ma nel dubbio preferiamo procedere alla sostituzione”.


TAG: ,