Blitz quotidiano
powered by aruba

Daniele Potenzoni scomparso, appello del fratello: aiutateci

Daniele si trovava in gita con altre persone disabili, accompagnato a Roma da Milano da personale specializzato. Ma il giovane si è perso all'interno della metropolitana

ROMA – “Mi appello al buon cuore di tutto il mondo dello sport, a tutti gli sportivi e non solo – dichiara Luca Potenzoni – aiutateci a trovarlo e riportarlo a casa perché ogni giorno che passa è sempre più condito di paura e angoscia”. E’ l’appello, disperato, del fratello minore di Daniele Potenzoni, l’uomo di 36 anni affetto da autismo scomparso a Roma nel giugno scorso.

Daniele si trovava in gita con altre persone disabili, accompagnato a Roma da Milano da personale specializzato. Ma il giovane si è perso all’interno della metropolitana romana, alla stazione Termini, e da allora si sono perse le sue tracce. Buono, mai aggressivo, Daniele ha difficoltà nel linguaggio e ha bisogno di prendere farmaci. In 7 mesi nessuna segnalazione veramente valida.

Solo un avvistamento ha fatto sperare intorno all’8 dicembre scorso. Un ragazzo che somiglia a Daniele Potenzoni è stato avvistato in zona San Pietro, a Roma. Il testimone che ha contattato il padre del giovane sostiene di aver visto Potenzoni aspettare il bus e di averlo avvicinato. Il ragazzo, racconta il testimone, gli ha detto che stava andando al Verano. Il padre di Potenzoni è preoccupato e ritiene che il figlio potrebbe aver trovato riparo in un convento vicino al Vaticano.

 


TAG: