Blitz quotidiano
powered by aruba

Davide Battro e Manuel Tarovo morti sulla neve in Svizzera

Svizzera: due ragazzi italiani morti travolti da una valanga. Le vittime sono Davide Battro e Manuel Tarovo. Ferito l'altro amico Michele Grossi.

ROTHWALD – Tragedia in montagna in Svizzera: due sciatori italiani sono morti. Si tratta di due ragazzi di 25 anni residenti a Ossola, travolti da una valanga nel Canton Vallese. Si tratta, scrive la Stampa, di Davide Battro e Manuel Tarovo. L’amico che si è salvato è Michele Grossi, 24 anni, di Villadossola.

I due che si trovavano nella zona di Rothwald, la stazione sciistica sul versante svizzero del passo del Sempione dove si erano recati a sciare. La tragedia è avvenuta nella regione del Mäderhütte, fra il passo del Sempione e il confine italo svizzero. I tre amici ossolani erano partiti per camminare con le pelli.

Spiega il sito de La Stampa:

E’ successo attorno alle 11 nel comprensorio di Rothwald, non molto distante dal passo del Sempione: è quella una delle mete molto frequentate in questo periodo anche dagli appassionati italiani.

I due giovani morti sotto la valanga sono Davide Battro, 21 anni, e Manuel Tarovo, 25 anni: entrambi vivevano a Montescheno, paese di 400 abitanti in valle Antrona, a pochi chilometri da Domodossola. Il gruppetto di scialpinisti era partito di casa in mattinata per raggiungere la località turistica svizzera.

Proprio ieri le autorità elvetiche avevano innalzato il livello di rischio di slavine, ricordando come nel solo Canton Vallese nello scorso inverno erano state 12 le persone che avevano perso la vita a causa delle valanghe.


PER SAPERNE DI PIU'