Blitz quotidiano
powered by aruba

Davide Plutino, vicesindaco Palizzi indagato: “Giocava online coi soldi del Comune”

REGGIO CALABRIA – Il vicesindaco di Palizzi, duemila anime alle porte di Reggio Calabria, è indagato per peculato. Secondo l’accusa Davide Bruno Plutino, 32 anni, avrebbe giocato online con i soldi del Comune: avrebbe sottratto alle casse municipali circa 200 mila euro. 

I Carabinieri gli hanno trovato in casa alcune ricevute del gestore William Hill, il più popolare bookmaker del Regno Unito. Le perquisizioni dei militari, su disposizione del procuratore di Locri Luigi D’Alessio e del sostituto Vincenzo Toscano, hanno riguardato anche gli uffici del Comune di Palizzi. Sarebbe indagato anche un dirigente comunale del quale non si conoscono le generalità.

Sulla vicenda, gli investigatori mantengono il riserbo. Gli uffici comunali di Palizzi sono rimasti chiusi per diverse ore. Appena qualche giorno fa Plutino, per decisione del sindaco Walter Arturo Scerbo si era visto ritirare le deleghe al Bilancio, al Personale e alla Polizia municipale.

Secondo quanto riporta Ilario Filippone sul quotidiano Il Messaggero, Plutino è descritto come “un grande appassionato del gioco d’azzardo“. Diplomato, esperto in attività gestionali e commerciali, è stato eletto nel 2014 con una Lista Civica. A novembre 2015, gli affidano il delicato incarico di gestire l’Ufficio Ragioneria: nei piccoli comuni con meno di 5mila abitanti la legge consente di affidare agli asri anche i compiti gestionali. Fino al 4 ottobre, quando una denuncia fa scattare le indagini della Procura di Locri e il sindaco lo solleva dall’incarico.