Blitz quotidiano
powered by aruba

Droga. Cocaina sequestrata a Fiumicino, 300 mila dosi e fruttato 5 milioni

ROMA – L’elevata purezza dei 16 chilogrammi di cocaina sequestrati all’aeroporto di Fiumicino avrebbe consentito alle organizzazioni criminali di immettere sul mercato circa 300 mila dosi, che avrebbero garantito guadagni per oltre 5 milioni di euro.

Sono le stime della Gdf in merito alla vasta operazione antidroga nello scalo romano, che ha portato all’arresto di 7 narcotrafficanti. Tanti i metodi adottati dai corrieri di droga per tentare di eludere i severi controlli.

Dai circa 12 chilogrammi rinvenuti all’interno di doppifondi ricavati nei bagagli di quattro trafficanti (3 in arrivo dal Brasile e uno dalla Repubblica Dominicana), al pericoloso ingerimento di ovuli, da parte di tre passeggeri provenienti rispettivamente dalla Nigeria, dal Brasile e dalla Repubblica Dominicana, svelato grazie al controllo radiografico, che ha evidenziato la presenza nell’addome di 176 ovuli contenenti oltre 4 chili di cocaina.