Blitz quotidiano
powered by aruba

Delfino morto e mutilato sulle spiagge di Orosei: il 2° in 10 giorni

OROSEI – Ancora un delfino mutilato sulle spiagge di Orosei, in provincia di Nuoro. Dopo il ritrovamento di dieci giorni fa, un altro cetaceo è stato trovato senza vita, orrendamente mutilato, sugli scogli di Fuile ‘è mare. Anche in questo caso, all’animale mancavano le pinne.

Il delfino, racconta Cecilia Fontanesi sul quotidiano La Nuova Sardegna, è stato trovato la mattina di sabato 18 giugno da un bagnante, che ha subito avvisato gli uomini del corpo forestale. Questi hanno recuperato il delfino, un esemplare di Tursiope morto, ormai in stato di decomposizione dopo essere rimasto per giorni in acqua.

Spiega Fontanesi:

I resti del mammifero si trovavano sugli scogli di Fuile ’e mare, tra la spiaggia di Santa Maria e Cala Liberotto. Anche questa volta l’animale era mutilato gli mancavano le pinne laterali. Gli operatori hanno rimosso la carcassa che sarebbe rimasta in acqua per diversi giorni prima di arrivare sugli scogli dov’è stata trovata. Forse già oggi verrà portata al largo.

Lo scorso 10 giugno un altro delfino morto e mutilato era stato trovato da alcuni bagnanti sulla spiaggia di Su Barone. Anche in quel caso al delfino mancavano le pinne.

Molto probabilmente il delfino era rimasto impigliato tra le reti di qualche peschereccio: erano infatti evidenti sul corpo senza vita graffi e lacerazioni. Probabilmente gli animali sono stati mutilati dagli stessi pescatori nel tentativo di liberarli dalle reti da pesca.

 

 

 


PER SAPERNE DI PIU'