Cronaca Italia

Depresso, si trafigge pancia con coltello da cucina

Depresso, si trafigge pancia con coltello da cucina

(Foto d’archivio)

NAPOLI – In preda ad una crisi depressiva, un uomo di 40 anni si è conficcato un coltello nella pancia davanti alla madre novantenne, ed ora è ricoverato in ospedale in pericolo di vita. E’ successo a Napoli, nel quartiere Rione Alto, riferisce Melina Chiapparino sul Mattino, che racconta:

“Ha preso un coltello in cucina e si è trafitto all’addome mentre si trovava in casa con la madre 90enne. Il violento tentativo di suicidio è stato compiuto da un 40enne napoletano, residente nel quartiere Rione Alto non lontano dai pressi dell’ospedale Cardarelli dove l’uomo è stato trasferito di urgenza”.

 

Secondo le prime ricostruzioni dei carabinieri, che sono subito intervenuti sul luogo del tentato suicidio, l’uomo si sarebbe inflitto la profonda ferita mentre era in preda ad una crisi depressiva. Colpendosi ha lacerato più di un organo interno. Continua il Mattino:

“I militari hanno anche accertato il trascorso psicologico della vittima fatto di trattamenti e cure per combattere la depressione ed hanno ascoltato la testimonianza dell’anziano madre. Il 40enne è stato sottoposto ad un’urgente operazione chirurgica per rimuovere la lama all’addome e salvarlo dal momento che le ferite inflitte sono state così gravi da metterne in pericolo la vita”.

To Top