Cronaca Italia

Divorzio. Cassazione, “dispetto” a Berlusconi: restano i 2 mln al mese a Veronica Lario. Respinto ricorso

Divorzio. Cassazione, "dispetto" a Berlusconi: restano i 2 mln al mese a Veronica Lario. Respinto ricorso

Divorzio. Cassazione, “dispetto” a Berlusconi: restano i 2 mln al mese a Veronica Lario. Respinto ricorso

ROMA – Divorzio. Cassazione, “dispetto” a Berlusconi: restano i 2 mln al mese a Veronica Lario. Respinto ricorso. Silvio Berlusconi “è uno degli uomini più ricchi del mondo” ed è “rilevante” la disparità dei suoi redditi rispetto a quelli della moglie Veronica Lario: per questo la Cassazione ha confermato l’assegno di due milioni di euro al mese in favore della Lario. I supremi giudici hanno respinto il ricorso del leader di Forza Italia contro il maxiassegno, rilevando che la separazione “non elide la permanenza del vincolo coniugale” e il dovere di assistenza garantendo il precedente tenore di vita.

In effetti, dopo la recente sentenza della Cassazione che di fatto ha rivoluzionato i criteri per calcolare l’assegno di mantenimento in caso di divorzio, laddove non si terrà più conto del concetto di “tenore di vita”, si poteva pensare a un trattamento, per così dire, meno generoso con la Lario. Ma, per l’appunto, quella sentenza si riferisce al divorzio, non alla separazione. Divorzio che, secondo il nuovo orientamento, segna la fine del rapporto coniugale in tutti i suoi significati, compreso quello patrimoniale, per cui un matrimonio non può essere più considerato una forma per ottenere un vitalizio.

To Top