Cronaca Italia

Domenica neve a Roma: le previsioni meteo. Arriva il vento delle steppe russe

Domenica neve a Roma: le previsioni meteo. Arriva il vento delle steppe russe

Domenica neve a Roma: le previsioni meteo. Arriva il vento delle steppe russe

ROMA – Domenica arriva la neve a Roma. Nel fine settimana infatti l’Italia sarà investita da una nuova ondata di aria artica, con temperature in discesa e neve anche a quote basse: domenica la neve potrebbe fare la sua comparsa anche nella capitale. Sabato notte inizierà a peggiorare su Sardegna, Toscana e Lazio con pioggia e neve a 500 metri mentre domenica sarà protagonista l’aria fredda orientale: al mattino, fanno sapere le previsioni, “saranno possibili nevicate fino in pianura su Toscana e Lazio, con fiocchi probabili anche a Roma”.

Il maltempo interesserà anche il resto del centro e il sud con neve sopra i 200/400 metri. Cielo coperto sulle aree del nordest, tempo soleggiato al nordovest. Da martedì 17 poi arriverà il gelido vento delle steppe russe, il Burian. Risultato: temperature in picchiata, neve diffusa sulle regioni adriatiche e inizialmente anche al nord e gran freddo su tutta la penisola.

San raffaele

Acqua alta a Venezia, marea +103 cm su medio mare. Prima alta marea sopra i cento centimetri sul medio mare per il 2017 a Venezia, accompagnata dal fenomeno dell’acqua alta che ha interessato le parti più basse della città lagunare, come Piazza San Marco. Nessun problema alla circolazione pedonale in città. Una massima di marea, che ha toccato stamane i 103 centimetri alle 10.40, dovuta soprattutto all’ondata di maltempo. Per domani i valori torneranno nella norma del periodo.

A Messina chiuse 38 scuole. Chiuse per freddo. Il sindaco di Messina Renato Accorinti ha firmato una nuova ordinanza di chiusura di 38 plessi scolastici: istituti comprensivi del Comune di Messina e istituti superiori di secondo grado, di competenza della Città metropolitana, che non sono serviti dagli impianti di riscaldamento o nei quali risultino non funzionanti. Il provvedimento, che dispone la chiusura da oggi e per sette giorni, “e comunque – dispone l’ordinanza – sino al cessare delle avverse condizioni meteo”, lascia ai dirigenti scolastici la facoltà di valutare autonomamente le condizioni delle rispettive strutture scolastiche.

To Top