Cronaca Italia

Don Andrea Contin, i verbali dell’amante: “Mi faceva adescare ragazzi e…”

Don Andrea Contin, i verbali dell'amante: "Mi faceva adescare ragazzi e..."

Don Andrea Contin, i verbali dell’amante: “Mi faceva adescare ragazzi e…”

PADOVA – Don Andrea Contin “mi faceva adescare ragazzi e filmava”. Emergono nuove sconcertanti rivelazioni nell’inchiesta a luci rosse che ha travolto l’ex parroco della chiesa di San Lazzaro a Padova. A raccontarlo ai carabinieri è stata l’amante prediletta di Don Contin, dalla cui denuncia sono scaturite le indagini.

Secondo quanto riporta il Mattino di Padova, la donna avrebbe messo a verbale che:

“Don Contin iniziò a chiedermi di andare dietro la canonica per attirare i ragazzi che giocavano nel campo di calcio, e una volta adescati, mi costringeva ad avere rapporti sessuali con loro vicino al garage. Lui, nascosto, mi filmava e mi fotografava per poi farmi vedere i video”.

Ma non è finita. Il racconto prosegue oltre ogni immaginazione:

“Mi faceva vedere anche foto di donne nude durante atti sessuali con altri uomini. Alcune erano parrocchiane che io avevo visto frequentare la chiesa. Mi portò spesso nei parcheggi autostradali nella zona di Vicenza per farmi guardare uomini e donne che facevano sesso fuori dall’auto”

E ancora:

“Aveva sempre con sé una valigetta con all’interno vibratori, maschere, capi in pelle già visibilmente usati da altre donne e un giorno mi portò in un sexy shop dove acquistò specifici prodotti er0tici”.

 

Nelle stesse pagine ci sono poi i nomi e i racconti delle ipotetiche 0rge in canonica, cui avrebbero partecipato anche altri preti del circondario. Tra questi c’era anche don Roberto Cavazzana, padre spirituale di Belen Rodriguez, già balzato agli onori delle cronache per essersi rifiutato di celebrare le nozze della showgirl perché “troppo mondane”.

L’ex parroco di Rovolon, ascoltato dagli inquirenti avrebbe ammesso di aver partecipato agli incontri a luci rosse organizzati da don Contin. In una lettera inviata all’attuale parroco Don Claudio Zuin, Cavazzana invita i fedeli a pregare per lui:

“Caio, salutami la comunità di Carbonara – si legge nella missiva – e invita i fedeli a rimanere uniti e a pregare il Signore per me. In questo momento ne ho davvero bisogno”.

“Sento al telefono don Roberto tutti i giorni – ha spiegato don Zuin ai giornalisti – sabato mi ha chiamato all’ora di pranzo e mi ha detto che sta bene e che la comunità dove si trova gli è molto vicina”.

To Top